Come Si Diventa Stilisti, Cosa Studiare, Quali Sono Le Mansioni

Ben ritrovati cari affezionati lettori di CF moda, siamo come sempre molto lieti di avervi nuovamente qui con noi. Nell’articolo di oggi andremo a trattare un argomento veramente interessante, parleremo infatti di come si diventa stilisti. Andremo a capire quanto tempo ci vuole, cosa fa uno stilista di moda e cosa si studia per diventare stilisti

Cosa fa uno stilista di moda? 

Andiamo innanzitutto a capire che cos’è lo stilista di moda, detto anche fashion designer. 

Questa figura professionale del mondo della moda si occupa di creare, disegnare e confezionare capi d’abbigliamento, che essi siano da uomo, donna e anche per bambini. 

Mansioni di uno stilista

Uno stilista di moda si occupa di ideare e supervisionare le collezioni che possono comprendere abiti, accessori e scarpe, seguendo un proprio stile personale e cercando di lasciare una propria impronta nelle creazioni, anche seguendo e ispirandosi agli altri trend del periodo.

Per realizzare una collezione di moda, lo stilista parte solitamente da una propria idea o ispirazione, usando tecniche e strategie per cercare di creare una linea che abbia un impatto positivo sul pubblico e sul mercato. 

Per fare ciò, alcuni stilisti di moda studiano e monitorano le tendenze della stagione e consultano le previsioni sui futuri trend di mercato, contenuti nei vari report periodici che le grandi aziende dell’industria dell’abbigliamento pubblicano. 

Tipi di stilisti 

Troviamo invece stilisti che si basano sulle proprie esperienze personali, altri che trovano ispirazione, per esempio, da:

  • Forme particolari
  • Determinate sfumature di colore
  • Tessuti legati a culture, espressioni artistiche o aree geografiche

Una volta scelta la base di partenza, l’idea ispiratrice che trainerà l’intera collezione, lo stilista elabora un concept della stessa e prepara:

  • Degli schizzi di partenza
  • Dei disegni e
  • Dei modelli dei capi che ha in mente di realizzare 

Di cosa si occupa lo stilista?

Solitamente, soprattutto in passato, il fashion design si faceva tutto a mano; adesso, con le tecnologie che si hanno a disposizione, è sempre più diffuso l’utilizzo di software CAD per questo settore produttivo.

Lo stilista, inoltre, si occupa di disegnare linee e forme, decide i vari colori e i tessuti dei capi, oltre che le varianti di ogni singolo pezzo che farà parte della collezione.

Cerca e seleziona stoffe e altri materiali con cui confezionare in modo concreto le proprie creazioni sartoriali.

Mercato della moda

Oltre a tutto ciò, cosa fa uno stilista di moda? 

Bene, il Fashion Designer deve anche tenere conto delle esigenze di mercato, per esempio:

  • I materiali utilizzati e come vengono prodotti e trattati

Al fine di poter consentire un prezzo finale congruo sui capi di abbigliamento che si andranno a proporre, per far sì che siano in linea con le possibilità di spesa della clientela del proprio brand. 

Il cammino per come si diventa stilisti 

Vediamo ora a livello pratico, cosa fa uno stilista di moda

Si inizia da un primo prototipo, questo per abiti e accessori, cucendo in prima persona o delegando il lavoro a delle sarte e prototipiste esperte, per poi valutare l’effetto finale, e nel caso servisse, apportare le dovute correzioni.

I prototipi o campioni approvati sono quelli che vengono presentati in sfilate, fiere e in tutti gli eventi di moda del settore.

Così che i campionari vengano mostrati a Fashion Buyer, direttori creativi, stampa di settore e ovviamente, alla clientela internazionale. 

Chi lavora con lo stilista?

Particolarmente in questo ambito, le sfilate di moda in occasione delle Fashion Weeks internazionali, sono la vetrina più importante per le nuove collezioni.

👉 Da leggere: Fashion Week 2022 | Città Della Moda, Prossime Sfilate

In tal caso, lo stilista lavora a stretto contatto con tutto il suo entourage, ossia:

  • Modelle
  • Truccatori
  • Coreografi 
  • Sound designer

Per permettere alla sfilata di moda di essere un vero e proprio spettacolo, e valorizzare le creazioni che sfilano in passerella.

Come diventare stilisti, passerella di moda, fashion designer, stilisti, mondo della moda, stilista
Passerella di moda

Una volta decisa la linea della collezione, lo stilista si occupa personalmente di:

  • Selezionare fornitori e produttori di tessuti
  • Contratta e supervisiona il processo di produzione

E si assicura che quest’ultimi raggiungano standard di qualità in linea con il marchio e che possano avere un buon riscontro da parte del mercato.

Come iniziare una carriera da stilista?

La figura dello stilista esercita da sempre un forte fascino per tutti coloro che hanno il desiderio di lavorare nell’industria della moda.

La strada per come si diventa stilisti non è affatto semplice come si possa pensare.

Non basta il talento né la passione, pur essendo indispensabili questi due elementi devono essere inseriti in un percorso che richiede molto impegno e determinazione. 

Quali sono le competenze necessarie?

Vediamo adesso come farsi strada nel mondo della moda e cosa si studia per diventare uno stilista

Iniziamo col dire che questa figura professionale della moda deve possedere delle competenze, come ad esempio:

  • Avere buone basi di disegno
  • Deve saper combinare creatività e conoscenza delle tendenze che sono più in voga sul mercato
  • Oltre che tenere conto di parametri economici

Tutte competenze tecniche necessarie per la buona riuscita del progetto finale. 

Per di più, lo stilista deve confezionare collezioni di capi e outfit completi, perseguendo un tema stilistico coerente e disegnando bozzetti, collaborando con i modellisti, così da ottenere dei risultati soddisfacenti.

Competenze di uno stilista

In buona sostanza, la figura dello stilista richiede:

  • Creatività
  • Senso estetico e analisi 
  • Oltre ad una predisposizione a collaborare con le maestranze

Quindi cari amici di CF moda avere talento è fondamentale, ma occorre anche una buona preparazione.

👉 Ti potrebbe interessare: Tendenze Moda 2023, Novità, Colori e Stili da Conoscere

Cosa studiare per diventare stilista?

Per diventare stilisti occorre avere una formazione specifica, frequentando scuole di moda di categoria o in alternativa, optare per un liceo o università di design di moda.

È fondamentale sviluppare una buona  conoscenza di tutti i settori della moda oltre ad avere un’infarinatura anche degli sviluppi produttivi e commerciali, per di più, occorre avere conoscenza di marketing.

Altra cosa importante è quella di acquisire competenze pratiche e tecniche in ambito di disegno, fare pratica come figurinista e saper creare dei cartamodelli. 

Come si diventa stilisti: scuole di moda

Ci sono molti istituti e scuole di moda di alta formazione che consentono  agli allievi di essere seguiti da professionisti del settore, tramite:

  • Corsi dedicati
  • Progetti didattici
  • Stage e tirocini

Che consentiranno di fare pratica in questo ambiente, acquisendo in prima persona le basi fondamentali per avere importanti contatti per il futuro. 

Scuola di moda, cosa studiare per diventare stilisti, come diventare stilisti, scuole di moda
Frequentare una scuola di moda

Come avete visto cari amici, per iniziare la carriera di stilista serve:

  • Talento
  • Passione e caparbietà
  • Oltre a molta pratica e studio

Noi ci sentiamo di consigliarvi di frequentare una scuola di moda per poter conseguire le competenze necessarie per intraprendere questa professione così ambita. 

Bene cari amici di CF MODA, ora sapete tutto ciò che vi occorre per come si diventa stilisti e farsi strada nel mondo della moda.

CF MODA, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

Contribuisci a far crescere il mio blog e ad eliminare per sempre annunci e pubblicità!

X

Privacy Policy | Cookie Policy

© Copyright 2023 | All rights reserved | For any information please contact me on info@fireracorrado.com | Web site created and powered by FIRERA CORRADO