Come Avviare Un Business Di Successo

Benvenuti su Money Beng, oggi vedremo come avviare un business di successo senza commettere errori in fase di start up, vedremo in pochi punti i passi da seguire, dalla forma giuridica da scegliere per avviare un business fino alla parte operativa.

Quando si pensa di lanciare una attività molto spesso si commettono degli errori, specie se ci si trova alla prima esperienza sul campo.

Questi errori possono compromettere la vostra attività fin dall’inizio con la conseguenza di un fallimento, ecco perché diventa fondamentale seguire questi step prima di lanciarsi in qualsiasi attività online o nell’economia reale.

Scegliere un’idea vincente

Il primo passo per avviare un’attività è quello di trovare un’idea di business vincente, ovvero la nicchia di mercato in cui inserirci per vendere i nostri prodotti o servizi.

Partiamo dal concetto che esistono due rami principali di business, il B2C e il B2B, cosa vuol dire?

Nel primo caso possiamo scegliere di vendere i nostri prodotti o servizi agli utenti finali, nel secondo caso li andremo a vendere a dei professionisti o a delle aziende.

Chiaramente per scegliere uno di questi due rami dove avere ben chiaro cosa state vendendo.

Vendere un prodotto o servizio

Scegliere tra vendere un prodotto o servizio non è mai cosa scontata.
In linea generale vendere un prodotto risulta molto più semplice di vendere un servizio specie se vendiamo prodotti che hanno già un marchio noto alle spalle.

La vendita di un servizio è consigliabile qualora si hanno conoscenze o esperienza in un settore particolare e a bassa competizione.

La concorrenza è il nostro principale nemico quando si sceglie di avviare un business online, ed ecco perché va analizzata molto bene prima di avventurarsi in questo mondo.

Per quanto riguarda la scelta del prodotto da vendere online o nell’economia reale, questo dipende molto dal mercato.

Mentre per l’online è consigliabile inserirsi in una nicchia poco esplorata ma la cui domanda è più o meno alta, nell’economia reale bisogna fare una vera e propria indagine di mercato per capire cosa può funzionare o meno.

Bisogna valutare attentamente il numero dei concorrenti in un’area geografica, la domanda delle persone di un determinato prodotto e soprattutto i costi per offrire questo prodotto al prezzo per cui lo pagherebbero.

Scegliere la forma giuridica corretta

Come avviare un business? Come ditta individuale? Come società? Che tipo di società?

Sono queste le domande che bisogna porsi quando ci si trova a questo punto, perché avviare un’attività con una forma giuridica sbagliata potrebbe ledere notevolmente non soltanto la vostra attività ma anche il vostro patrimonio.

Per esempio se siete dei professionisti e siete abbastanza sicuri che il vostro è un servizio fondamentale e funzionerà magari aprire una ditta individuale risulterà sicuramente più conveniente di aprire una società, soprattutto in Italia con la flat tax per un reddito che non supera i 65.000 euro.

Ma ci sono poi delle attività molto più rischiose, si pensi per esempio al caso di aprire un negozio, si tratta di un’attività commerciale sicuramente più rischiosa ed onerosa, in questo caso è sicuramente preferibile aprire un’attività sotto forma di SRL, società di capitale con autonomia patrimoniale perfetta.

Cosa significa questo?

In altre parole se il negozio dovesse fallire i vostri debitori non potranno rifarsi sul vostro capitale personale ma soltanto sui beni e sui conti del negozio.

Come avviare un business di successo, elabora un business plan

Adesso che abbiamo in mente il prodotto o servizio da vendere, la forma giuridica, ed abbiamo più o meno un’idea di quello che vogliamo fare è finalmente possibile elaborare un business plan.

Che significa?

Semplice, dovete mettere nero su bianco tutto, i costi relativi all’avviamento della vostra attività, del locale nel caso di attività fisica, dell’arredamento, dello stoccaggio, della merce, delle imposte e tasse da pagare.

Fondamentale e anche inserire il target dei clienti, ovvero creare un avatar del potenziale clienti e capire che numero di potenziali clienti possiamo raggiungere con il nostro servizio o prodotto.

Dobbiamo inserire un Roi ipotetico sulla base dei dati ottenuti e capire dunque se è possibile avere un profitto nel medio lungo termine.

L’inizio è la parte più difficile, quindi scordatevi di avere margini di profitto molto grossi, potrebbe essere già un grande risultato un bilancio positivo il primo anno di attività.

Scegliere una strategia di marketing vincente

Quando pensiamo a come avviare un business di successo non possiamo tralasciare il marketing e la pubblicità perché si tratta proprio del motore del nostro futuro business, qui non stiamo parlando di rendite passive, bisogna muoversi.

Una strategia di marketing vincente è originale, è unica, non è copiata, non si basa sulle sponsorizzate su FB e via.

Avviare un business di successo richiede inventiva e genio e spesso quando si è all’inizio magari non si hanno abbastanza soldi per assumere personale qualificato in tal senso, pertanto è opportuno rivolgersi ad un’agenzia di pubblicità che possa curare il nostro brand, dai colori, alle immagini, al logo per creare una brand awareness ed essere autorevoli sul mercato.

Cosa serve per creare una strategia di marketing vincente?

Innanzitutto come dicevamo bisogna creare un’immagine a pennello del nostro marchio, in seguito bisogna pubblicizzarlo tramite diversi canali, pensiamo all’email marketing, alla cartellonistica, alle radio locali, alla pubblicità su Google, questo tramite uno slogan che possa entrare nella mente delle persone e convertirle in clienti.

Gli errori da non commettere | Come avviare un business senza rischi

  1. Pensare che per il semplice fatto che il nostro prodotto o servizio è migliore di quello della concorrenza si venderà di più. Una buona pubblicità potrebbe vendere anche la cosa più inutile ai consumatori.
  2. Sbagliare la forma giuridica dell’azienda rischiando costi di gestione molto più alti rispetto a quelli che avreste potuto ottenere con la scelta corretta.
  3. Lanciarsi nell’attività per il solo ego di voler essere imprenditori. Abbiate sempre un business plan ed un’idea vincente prima di buttarvi a capofitto su un business.
  4. Sottovalutare la pubblicità. Se ancora non vi è entrato in testa, la pubblicità è la vita dell’azienda, la pubblicità potrebbe anche solo essere una persona che parla alle altre della qualità del vostro prodotto o servizio, i feedback dei clienti, e tutto quanto riportato sopra, sono cose che non potete assolutamente sottovalutare, pena il fallimento, pena la concorrenza che vince!

Leggete anche come fare soldi.

Grazie per essere stati con noi, questo articolo su come avviare un business di successo termina qui, se lo avete trovato interessante condividetelo con i vostri amici tramite i pulsanti social che trovate di seguito, a presto e buona continuazione su Money Beng.

Money Beng, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

Contribuisci a far crescere il mio blog e ad eliminare per sempre annunci e pubblicità!

X

Privacy Policy | Cookie Policy

© Copyright 2023 | All rights reserved | For any information please contact me on info@fireracorrado.com | Web site created and powered by FIRERA CORRADO